08 marzo 2012

Crescere...Leggendo (07)

Quanto tempo è passato dall'ultima volta che ho pubblicato un post per la rubrica dedicata ai più piccoli..
Oggi vi voglio parlare di un classico per bambini...romanzi dal quale sono stati tratti numerosissimi film e cartoni animati (tra cui uno firmato Walt Disney!).
Il romanzo è:
L'autore...

Mark Twain nacque in Florida il 30 Novembre 1835 e morì Redding, nel Connecticut, il 21 Aprile 1910. Il vero nome era Samuel Langhorne Clemens. Twain fu un noto scrittore per ragazzi: infatti tra i suoi romanzi più celebri dobbiamo ricordare “Le avventure di Tom Sawyer” e “Un americano alla corte di Re Artù”. Proprio quest’ultimo romanzo sarà influenzato dalla sua lunga amicizia con Nikola Tesla, figura molto controversa con la quale Twain condivise la passione per la scienza.
Molti suoi scritti, giudicati irriverenti, non furono mai pubblicati se non dopo la sua morte, nonostante la famiglia avesse tentato di distruggere gli scritti giudicati “pericolosi”Infatti era forte in lui la critica verso guerre e religione.

Trama:
Nell'Inghilterra del Cinquecento, con il famigerato Enrico VIII sul trono, avviene un fortuito scambio di persona tra l'erede al trono Edoardo Tudor e Tom Canthy, misero ragazzino della "corte dei rifiuti" londinese. Ciascuno vivrà esperienze insolite e assurde in panni che non sono i propri, soprattutto il principino, costretto a misurarsi con i problemi, le miserie, i drammi della gente comune. Alla fine tutto si aggiusterà, con il riscatto di tante figure incontrate nel racconto e un nuovo atteggiamento da parte del giovane re nei confronti dei più deboli.

Recensione:
Il romanzo fu pubblicato per la prima volta nel 1881. Si tratta di due ragazzini che decidono di scambiare i ruoli per un solo giorno, ma la situazione sfugge loro di mano. Così il giovane Tom, povero, ma con una grandissima passione per i libri, si ritrova per una volta nei panni di un principe, personaggio che tanto amava leggere nei suoi libri. Sorte ben più tragica capita invece al principe Edoardo, il primo ad aver voluto fare cambio di posto, che si ritoverà a vivere avventure pericolose, mettendo a repentaglio la sua stessa vita. Perchè egli, nonostante sia diventato "Il povero" continua ad atteggiarsi come un principe, suscitando dapprima le risate della gente e la pena delle sorelle e della madre di Tom; ma in seguito suscitando l'ira del padre e della nonna, e non solo.
Tutti li credono matti: i cortigiani reputano impazzito il "Tom" principe, che non sa più comportarsi secondo le etichette...la famiglia reputa impazzito l'"Edoardo" povero.
Deciso a scappare dalla violenza, Edoardo si trova ad affrontare una situazione ben più importante : durante la sua fuga, infatti, suo padre, il Re, è morto, dunque egli è diventato Re e deve riprendersi il suo trono prima che la corona venga posta sul capo del suo Sosia. Ad aiutarlo c'è però il buon Miles Hendon, anch'egli convinto della pazzia del ragazzo, ma nonostante questo lo prende a cuore e lo asseconda in tutto e per tutto, facendolo sentire nuovamente un principe rispettato e amato.
La storia è divertente, ricca di situazioni comiche, nel caso del Tom principe; ma anche di situazioni tristi e commoventi, nel caso di Edoardo povero. Mi sono divertitat a leggerlo, l'unica cosa è che è ricchissimo di descrizioni dei luoghi, delle cerimonie e delle varie situazioni; risultando talvolta un po' tedioso e prolisso. Però è un romanzo che mi è piaciuto tantissimo e che sicuramente sono felice di aver letto=)

E voi cosa ne pensate? Lo avete mai letto?
Io ve lo consiglio^^
Isy

2 commenti:

  1. leggere fa schifo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anomino, cosa vieni a fare sul un blog sui libri se ti fa schifo leggere?

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...