16 ottobre 2012

RECENSIONE: Dark Divine di Bree Despain

Buon pomeriggio lettori
ecco qui una nuova recensione, e a breve pubblicherò anche la seconda recensione relativa alla stessa serie!

Titolo: Dark Divine
Autore: Bree Despain
Pagine: 320
Prezzo: 17,90 €
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: young adult
Serie: Dark Divine 1#
Data di uscita: 24 maggio 2011

Trama
La prima volta che Grace Divine ha incontrato Daniel, con quegli occhi neri così profondi e misteriosi, non immaginava certo che tra loro sarebbe nata subito un'amicizia tenerissima, destinata a diventare qualcosa di più. Una notte, però, Daniel scompare. Quella stessa notte, Jude, il fratello di Grace, viene ritrovato sulla veranda di casa, ricoperto di sangue. Nessuno sa cosa gli sia successo, e lui si rifiuta di parlarne. Da quel momento, la vita non sarà più la stessa per Grace: Daniel, il suo Daniel, l'ha abbandonata, senza nemmeno una spiegazione, e lei non riesce a perdonarlo.
O a dimenticarsi di lui. Finché un giorno, improvvisamente, lui ricompare: sono passati tre anni, e ha qualcosa di diverso. Forse gli occhi, ancora più scuri, ancora più magnetici. Questa volta, tra lui e Grace è subito amore, un sentimento irresistibile e travolgente.
Grace non è mai stata così felice in vita sua. Non sa ancora che qualcosa di molto pericoloso minaccia il loro amore: Daniel ha un segreto, lo stesso che si cela nel buio della notte in cui Jude è stato assalito. Un segreto terribile che lei non può ignorare. Ma Grace ha già perso Daniel una volta, e ora è disposta a rinunciare a qualunque cosa, anche la più importante, per non perderlo di nuovo. Perché l'amore è sempre una scelta. A volte, quella più difficile di tutte.
 
 
Mia recensione
Avevo questo libro, impilato con gli altri da leggere, da circa un anno, ma per una cosa o per l’altra non mi sono mai convinta ad iniziarlo, lo guardavo, ammiravo la cover che trovo spettacolare, ma ogni volta lo rimettevo nuovamente in cima all’immensa pila dei libri di prossima lettura perché non volevo avere una fregatura, insomma rimandavo quello che pensavo che fosse l’invitabile. Finalmente, alla vigilia dell’uscita del secondo volume, è arrivato il momento buono: in due serate l’ho letto e, pur rimanendo un po’ titubante su dei punti, mi è piaciuto.

La protagonista è Grace Divine, tradotto letteralmente sarebbe grazia divina, una ragazza di 17 anni normalissima che frequenta la scuola, che ha una solida famiglia alle spalle e che ha i soliti problemi adolescenziali. Tutto cambia quando dal passato riemerge Daniel, un ragazzo scapestrato che ha fatto uso di droga e che ha alle spalle una famiglia violenta: lui è stato il migliore amico del fratello di Grace e anche il suo primo amore, ma un giorno, di punto in bianco, è sparito nel nulla e lei non ha mai saputo perché. Adesso che è tornato dopo tre anni d'assenza, Grace da una parte vuole avvicinarsi e aiutarlo a rimettersi in carreggiata, dall'altra deve obbedire al padre che le ha detto di non frequentarlo...ma l'attrazione è troppo forte...
Cosa nasconderà il misterioso Daniel?

Il libro, oltre ad avere un’estetica a dir poco splendida, è di piacevole lettura, è coinvolgente e affronta delle tematiche diverse dal solito. Come avete letto, c’è sempre una lei, un lui e l’immancabile altro ragazzo, solito triangolo che negli young adult non può mancare, c’è il tocco di soprannaturale, che in questo primo volume non è molto evidente, si scopre solo successivamente, e c’è la fede. Proprio la fede è il punto “forte” del romanzo perché la protagonista non è la solita ragazza sfigata, ma è una ragazza in gamba, diligente e studiosa, ha una famiglia che la ama, ha poche amiche, ma buone, è un’appassionata d’arte ed è religiosa in modo equilibrato. Insomma una ragazza normale con pochi grilli per la testa. Proprio questa sua fede, che condivide con la sua famiglia, le avventure al limite tra il mistero e il soprannaturale e la presenza di un ragazzaccio che intriga parecchio, rendono la lettura interessante.
Ma, ma ,ma….questo libro è post twilight e mi sono saltate all’occhio un paio di scene molto simili a quelle che ho letto nel libro della Mayer: il momento della corsa nel bosco(anche se in Dark Divine la situazione è diversa), lui che si arrampica alla sua finestra per chiarire e che tenta, in modo incomprensibile, di comunicare il suo segreto e un altro paio di momenti che hanno un’eco di Bella ed Edward. In genere mi sarebbe bastata una solo scena uguale a twilight per chiudere il libro e scagliarlo fuori dalla finestra condannandolo all’oblio, ma ho proseguito la lettura e ho deciso di non metterlo al rogo perché il finale mi ha intrigata e voglio sapere come si evolve la storia.

Assegno tre stelline al romanzo, augurandomi di poter aumentare la votazione per il prossimo volume e tenendovi informati sulle similitudini con Twilight, se ci saranno.

Lya

Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...