06 novembre 2012

RECENSIONE: Danzando sui vetri rotti di Ka Hancock

Buongiorno a tutti lettori
ecco la mia recensione di un dei libri più commuoventi che abbia letto nell'ultimo periodo! Buona lettura!

Titolo: Danzando sui vetri rotti
Titolo originale: Dancing on broken glass
Autore: Ka Hancock
Pagine: 416
Prezzo: 14,00 €
Editore: Leggereditore
Data di uscita: 4 ottobre 2012
Trama
 Basato su una vicenda privata dell’autrice Ka Hancock, che ha lavorato a lungo nel reparto di psichiatria dell’LDS Hospital di Salt Lake City, Danzando sui vetri rotti racconta la storia di uno (stra)ordinario matrimonio con le sue imperfezioni e i suoi punti di forza: lei è in perenne lotta contro il cancro e lui è affetto da un disordine bipolare. Un libro che accompagna il lettore in un viaggio indimenticabile in cui l’amore è in grado di sovvertire tutte le regole. E questa storia ne è un esempio.
Lucia Houston e Michael Chandler non sembrano destinati a una vita felice: lui è affetto da disturbo bipolare e la famiglia di lei ha accumulato una lunga serie di casi di cancro. Nonostante siano entrambi segnati da un destino che non lascia ben sperare, quando le loro strade si incontrano la notte del ventunesimo compleanno di Lucia, è subito amore. Nonostante le perplessità delle sorelle di lei e la gestione oggettivamente difficile di un rapporto che si consuma fra momenti di armonia, pause fatte di assordanti silenzi e i periodi di down che Michael supera nella clinica dove viene tenuto in cura da uno psichiatra che è quasi un padre putativo, i due non possono fare a meno l'uno dell'altra. Cauti a ogni passo, Lucia e Michael sono determinati a portare avanti la loro relazione consapevoli di non essere in grado di donare un futuro felice a un possibile figlio. Lui le promette onestà. Lei gli promette pazienza. Entrambi si promettono di rinunciare a essere genitori. Nonostante la decisione dolorosa e difficile di non avere bambini, tutto cambia improvvisamente il giorno del loro undicesimo anniversario di matrimonio dopo un controllo di routine di Lucia. Ha inizio così una storia unica, in cui nessuna regola conta più e la parola amore assume nuove declinazioni e profonde sfumature.
 
Mia recensione

Devo dire che questo è stato uno dei romanzi degli ultimi anni che mi ha più commosso e fatto male, perché racconta una storia stupenda ma dolorosa non solo per i protagonisti, ma anche per noi lettori...in particolar modo per noi lettrici. Voglio ricordarvi che il romanzo è tratto da una storia realmente accaduta.

La protagonista è Lucy una ragazza di 27 che è riuscita a sconfiggere il cancro al seno, anche se il timore per una ricaduta è sempre in agguato nella sua mente.
Mickey, il marito di Lucy, è affetto da sindrome bipolare e alterna momenti di stabilità mentale, a momenti di iperattività, depressione, psicosi. Per questi motivi si sono ripromessi di non avere figli: lei per non rischiare che sua figlia possa avere a sua volta il cancro, lui perché non è sicuro di se stesso e della sua malattia. Insomma la loro non è una vita facile, ma è piena di amore, comprensione e onestà.
Questo labile status quo viene bruscamente interrotto dalla scoperta della gravidanza di Lucy, ma anche di un altro pericolo in agguato.....
Intorno ai due protagonisti ruotano anche le vite dei loro parenti ed in particolar modo delle due sorelle di Lucy, ognuna con una storia diversa da raccontare.
Una storia di amore e fiducia con una narrazione schietta e sincera che provoca nel lettore stati d'animo molto complessi e incisivi.

Prima di passare a dirvi ciò che ho provato leggendo il libro, voglio riportavi un passo illuminante, che spiega con semplicità, perché il libro si intitola "Danzano sui vetri rotti".

"Dimmi a cosa assomiglierà la miavita se lo sposo"
Il medico di Mickey mi guardò per qualche istante poi fece un respiro profondo.
"Lucy, ogni matrimonio è una danza; a volte complicata, a volte deliziosa, il più delle volte senza effetti rilevanti. Ma con Mickey ci saranno momenti in cui la vostra danza sarà sui vetri rotti. Sarà dolorosa. O figgirete da questo dolore o vi terrete ancora più stretti e danzerete su questi vetri fino un punto meno accidentato."
Pensando alle sue parole le lacrime scesero. "Non posso immaginare la mia vita, il mio futuro, senza di lui".
Di certo non potete dire di non essere incuriositi da questo piccolo brano, però preparate i fazzoletti perché la storia è davvero commuovente sia nel presente sia nei flashback che vengono raccontati!

"Danzando sui vetri rotti" è una lettura fuori dagli schemi per me, amante dei mondi fantastici e fantascientifici, però sono stata attratta da questa storia che sembrava così reale, così vicina al mondo quotidiano e quindi ho deciso di cambiare totalmente genere.
La protagonista assoluta del libro è Lucy, una ragazza molto forte e determinata, che sa quello che vuole e rischia tutto pur di averlo. Esempi di questa determinazione sono narrati nei flashback nei quali viene narrata con dolcezza la storia dell'incontro e dell'innamoramento con Mickey.
Lucy accetta Mickey nonostante il suo problema, nonostante tutti gli ostacoli e le incertezze che incontrano lungo il loro percorso, lei lo ama totalmente e incondizionatamente ed è questa la sua forza che riesce a farla andare avanti e a proiettarla nel futuro. Riesce a vedere i pregi di quest'uomo, ma apprezza e affronta con indomabile temerarietà tutti i difetti e i problemi. Insomma Lucy è una donna innamorata e coraggiosa.
Anche Mickey, nonostante il suo disturbo bipolare, è un uomo forte e determinato, che dopo aver incrociato la sua strada con quella di Lucy, capisce cosa vuole. A differenza di sua moglie però, lui non si fida di se stesso, ha paura che la malattia possa avere il sopravvento, ma soprattutto ha paura di perdere l'amore della sua vita, l'unica donna in grado di accettarlo per quello che è, l'unica persona che lo capisce e lo apprezza più di Mickey stesso.
Insomma, questo libro è stato difficile da leggere perché racconta in modo lucido e semplice molti temi attuali, ma quelli che emergono maggiormente sono l'amore e la malattia.
Leggendo il libro, più della storia, quello che mi ha colpito maggiormente, è il carattere dei protagonisti, il conoscere il perché delle loro scelte e il dramma che affrontano e che con fatica riescono a superare vivendo giorno per giorno.

Senza dilungarmi ulteriormente, posso dire che ho trovato questo libro straziante, infatti mi ha davvero dilaniata(non riuscivo a leggere più di una cinquantina di pagine al giorno) e mi ha fatto riflettere su molti temi attuali e molto presenti nel quotidiano:la malattia, l'amore incondizionato, la poca fiducia in se stessi e l'incertezza per il futuro.
Ho quindi deciso di assegnare 4 stelline al libro consigliando la lettura a tutti.



Lya

Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...