09 marzo 2013

RECENSIONE: Il circo della notte di Erin Morgenstern

Buon sabato pomeriggio,
ecco una nuova recensione che racconta la mia esperienza nella lettura in lingua di un libro pubblicato lo scorso anno.
Titolo: Il circo della notte 
Titolo originale: The night circus
Autrice: Erin Morgenstern
Pagine: 468
Prezzo: € 18,00
Editore: Rizzoli
Data di pubbliazione: gennaio 2012

Trama
Londra, 1886: il circo compare all’improvviso, senza annunci. Gli spettacoli cominciano al calar della notte e finiscono all’alba, quando il cancello chiude i battenti e i tendoni bianchi e neri spariscono alla vista. È Le Cirque des Rêves, il circo dei sogni, seguito da un esercito di appassionati disposti a tutto per vedere le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l’albero dei desideri, il giardino di ghiaccio... Ma dietro le quinte due maghi, da sempre rivali, si sfidano per mezzo di due giovani allievi, Celia e Marco, scelti e addestrati al solo scopo di stupire e umiliare l’avversario. Contro ogni regola e aspettativa, i due si scoprono irresistibilmente attratti l’uno dall’altra: il loro amore è una corrente di elettricità più forte di qualsiasi magia e minaccia di travolgere i piani dei loro maestri e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.



Mia recensione
Devo avvisarvi che sono un pò indecisa sul come giudicare questo libro, perché l'ho trovato bello ma ha faticato a leggerlo, vi spiego.
Poiché in Italia questo libro costa la bellezza di 18 euro, ho deciso di acquistarlo in anteprima a Londra all'inizio di gennaio 2012 a meno della metà del prezzo...cioè l'ho pagato 8 euro circa, prontissima a leggerlo in lingua. Non ho mai avuto problemi a leggere libri inglesi (di tanto in tanto lo faccio per mantenermi allenata) ma con questo pensavo di averne. Ho iniziato la lettura in maniera veloce, la scrittura era un po' complessa ma comprensibile e scorrevole, però, non so come, ho iniziato a rallentare. La storia non prendeva piede nella mia testolina e riuscivo a leggere al massimo una trentina di pagine a sera(cosa scandalosa visto che ne leggo almeno 80-100). Insomma ci ho messo la bellezza di 10 giorni a finirlo e pensando alle motivazioni di questo rallentamento, mi sono resa conto che il problema non era l'inglese, ma la storia stessa.....troppo frammentata anche se indubbiamente bella ed interessante.

Una sfida che dura anni, un circo che ne è la conseguenza e tante persone misteriose coinvolte: questo è il libro.
I due protagonisti ci vengono presentati da bambini, quando inconsapevoli vengono costretti dai proprio tutori ad accettare una sfida uno contro uno e vengono marchiati sulla mano. Da qui in poi i due ragazzi vengono addestrati nell'arte della magia dai rispettivi tutori per riuscire ad ottenere la vittoria.
Anni dopo, grazie all'idea di un nobile inglese, viene creato il circo dei sogni: un circo davvero molto particolare con tante attrazioni mai viste e che è aperto dalla sera fino all'alba. Questo enorme tendone appare e sparisce nel silenzio ed è circondato da un alone di mistero...
Tutto ruota intorno al circo:ma quale sarà la sua vera natura?
A voi lettori l'ardua sentenza!

Il libro, con le sue splendide descrizioni, è davvero evocativo e soprattutto originale e AUTOCONCLUSIVO (ho gridato al miracolo!!), la storia è interessante anche se forse vaga perché, questa benedetta sfida, che è il filo rosso di tutto, non viene spiegata come si deve e tu stai lì a chiederti con i due protagonisti, Marco e Celia:"ma in cosa consiste questa challenge??". Inoltre la narrazione è davvero troppo frammentata per i mie gusti perché ci sono salti avanti ed indietro nel tempo e ci sono diversi punti di vista, da quello dei protagonisti a quello degli esterni che si concatenano . Questo è il difetto maggiore che ho riscontrato, infatti, secondo me,le concatenazioni, misteriose ed affascinanti, sarebbero dovute essere più uniformi. Un altro appunto riguarda i personaggi che sono distaccati e non ti entrano nel cuore, non so come spiegarlo a parole, sia i protagonisti che tutti gli altri sono distanti e quasi freddi, non risultano antipatici, anzi, sono davvero affascinanti, ma non riescono a conquistarti...o almeno è quello che è successo a me.
Oltre a questo, come ho già detto, il libro è davvero evocativo perché grazie a delle descrizioni mirate, riesce a ricreare tutte le attrazioni del circo, così assolutamente fantastiche, in modo chiaro ma sempre con quel tocco di mistero, nella mente del lettore.
Insomma The night circus è un libro che io non definirei bello, quanto affascinante e misterioso oltre che straordinariamente originale...non si trova niente del genere in giro,questo è poco ma sicuro! Lettori usate la fantasia!
Lo consiglio? Assolutamente si e assegno 4 stelline e mezzo.

Lya

10 commenti:

  1. quoto tutto ciò che hai scritto, bella recensione..io l'ho letto tempo fa..

    RispondiElimina
  2. E' l'unico libro a cui non ho saputo dare delle stelline. E non le ho messe infatti! E' affascinante, particolare, onirico, ma non sempre quel sogno riuscivo a sentirlo mio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un libro un po' difficile da seguire..dopo tanta titubanza ho deciso di mettere le stelline perché a fine lettura mi sono resa conto che vale la pena leggerlo:)

      Elimina
  3. Non vedo l'ora di leggerlo per proclamare la mia sentenza! :D

    RispondiElimina
  4. Ciao Lya,
    ho la tua stessa edizione, in lingua, è lì nella mia libreria che aspetta, mi adocchia, e aspetta di essere letto.
    Ho comprato questo libro perchè, Murakami docet, mi piace gli autori visionari e credo di non aver sbagliato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non hai decisamente sbagliato :) questo libro è davvero molto particolare e, per me, va gustato lentamente per essere capito ^^ Buona lettura!

      Elimina
  5. Bella recensione! :) Ma come fai a leggere in lingua? Io sto leggendo il mio primo libro in lingua e prima di finire una pagina devo usare 100 volte il vocabolario!!!
    Spero di leggere presto ast libro! Mi attira tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jaqueline :) ho imparato a leggere in lingua con il tempo...ho visto per tanto tempo telefilm e anime sottotitolati in inglese e poi sono passata ai libri. Se posso, per imparare a leggere in lingua, ti consiglierei di leggere un libro non troppo complicato che hai già letto in italiano e prova a non usare spesso il vocabolario perché ti stressi troppo e la lettura non è più un piacere:) Prova a cercare i verbi che non conosci oppure le parole che si ripetono spesso e pian piano non avrai più bisogno di consultarlo :)

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...