19 giugno 2014

RECENSIONE: Il trono di spade/il grande inverno di George R.R. Martin


Titolo: Il Trono di Spade/Il Grande Inverno
Autore: George R.R. Martin
Pagine: 855 p. 
Prezzo: € 15 
Editore: Mondadori 
Genere: Fantasy 

Trama In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L'ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all'ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all'estremo Nord, la Barriera - una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei -sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono allora quegli esseri con gli occhi così innaturalmente azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita, o il senno, a chi ha la mala sorte di incontrarli? La fine della lunga estate è vicina, l'inverno sta arrivando e non durerà poco: solo un nuovo prodigio potrà squarciare le tenebre. Intrighi e rivalità, guerre e omicidi, amori e tradimenti, presagi e magie si intrecciano nel primo volume della saga de "Le cronache del ghiaccio e del fuoco".
 





Che dirvi? Mi lamento tanto di avere troppe serie aperte e poi che faccio? Inizio una delle più famose, lunghe e non ancora terminate serie in circolazione....mi è stato consigliato caldamente da molte persone e quindi mi sono lasciata tentare e acquistando e leggendo il doppio volume che contiene Il trono di spade e Il grande inverno. Al compleanno ho ricevuto il terzo e quarto volume grazie al "velato" desiderio che ho espresso "casualmente" davanti al mio ragazzo. Ho comprato anche il terzo mega volume che contiene tre libri e il quarto uscito di recente. A parte questo posso solo dirvi che Il trono di spade è un mastodontico esempio di genialità, anche se non ho reputato giusto assegnare le cinque stelline piene.
Finalmente dopo anni di ricerca(senza calcolare la mirabile opera di Patrick Rothfuss) ho trovato una saga epica, degna di questo nome! All'inizio non ero convinta, conoscevo di nomea Martin e le cronache del ghiaccio e del fuoco ma, vedendo il numero infinito di libri e non volendo incappare in una brutta copia del signore degli anelli, non mi sono mai accostata a questa saga finché non sono apparsi i telefilm e parecchi miei amici e persino i miei genitori hanno espresso un parere più che positivo. Personalmente prima di leggere il libro non ho visto la serie, mi sono fermata alla prima puntata, ma ho iniziato ad informarmi e ho deciso di fare un tentativo.

Tutto ha inizio a Grande Inverno, castello collocato nel profondo  gelido nord di una terra fantastica dove vive la famiglia Stark composta da Eddard e sua moglie con tre figli maschi, due femmine e un figlio bastardo. Il punto di svolta nel loro semplice vita è l'arrivo del re con il suo seguito che chiede ad Eddard di diventare il nuovo primo cavaliere del regno. Preso in una morsa, il padrone di Grande inverno deve accettare l'invito \ ordine del re e qui tutti i componenti della famiglia entrano a far parte di un gioco di potere oscuro e perverso che li porterà ad affrontare situazioni davvero difficili. Gli 8 Stark si dividono e ognuno di loro ci racconta ciò che accade in modo molto personale.

Il libro ha la caratteristica di avere più punti di vista contemporanei, cioè ogni capitolo racconta la storia vista da parte dei diversi Stark e  all'inizio ho trovato ciò abbastanza destabilizzante, anche se poi dopo ci si fa l'abitudine imparando a conoscere i protagonisti. Questo sistema fa si che ci sia una grande introspezione dei personaggi poiché  ci si sofferma ad analizzare i pensieri, le paure e le speranze di ognuno di loro.
 I personaggi che più spesso sono al centro narrazione sono prevalentemente  4 e cioè Eddard Stark, Jon Snow(figlio bastardo di Eddard), Cat Stark(moglie di Eddard) e Tyrion Lannnister fratello nano della regina. Ognuno di loro narra le proprie disavventure, che poi si vanno a concatenare, in modo molto personale e con una caratterizzazione ben evidente, quindi l'architettura del romanzo risulta essere molto complessa e ricca ed occorre seguire attentamente la storia.

Analizzando il romanzo dopo la lettura totale mi sono accorta che ci sono tre livelli differenti che saltano all'occhio:
1. la formazione dei ragazzi Stark, ognuno con un proprio destino
2. l'elemento femminile abbastanza evidente con le tre donne la regina Cersei, Cate Stark  e Dany
3. la componente relativa alla guerra con intrighi, tradimenti e caccia al potere che vedono come protagonisti gli uomini: il re, Eddard, suo figlio Robb, i due fratelli della regina Jamie e Tyrion ecc.
Insomma c'è davvero un po' di tutto!

Altra cosa da dire che questo non è un romanzo totalmente  fantasy perché di fantasy c'è solo l'ambientazione, insomma potrebbe tranquillamente passare per un romanzo storco medievale. Non ci sono maghi, incantesimi, elfi, ma solo uomini con la loro bontà o cattiveria, con i loro desideri più nascosti e terribili, insomma non è un romanzo fantasy tradizionale.
Prima di concludere la mia "analisi" vorrei aggiungere che è sicuramente è un romanzo per adulti perché è crudo nella terminologia e nelle descrizioni anche se non  ci sono così tante scene spinte come nel telefilm.
Traggo a questo punto le mie conclusioni, i primi due libri delle cronache del ghiaccio e del fuoco mi sono piaciuti, ma mi aspettavo di più quindi ho deciso di assegnare 4 stelline aspettando di leggere i successivi per avere una visione più completa della storia(anche se non credo che l'avrò mai XD).

Lya

8 commenti:

  1. Prima o poi voglio iniziarla anche io, ma sono francamente scoraggiata dalla sua lunghezza. E anche dalle voci sulla pessima traduzione. Per cui sarebbe il caso di leggerla in lingua (cosa che mi scoraggia ancora di più).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio in lingua non saperei.. sinceramente ho letto i primi due libroni che contengono più libri e mi accingo a leggere il terzo e devo dire che la traduzione non è malvagia.. la storia ti prende così tanto che non fai molto caso alla traduzone XD

      Elimina
  2. Devo assolutamente muovermi a leggere il primo libro, rimando tra troppo tempo!
    E ora che ci penso anche Il nome del vento è in lista da un'infinita :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamnte consigliati!Sono due "fantasy" di genere molto diverso ma entrambi sono ricchi e complessi! ^^

      Elimina
  3. Anche io non gli avrei dato 5 stelline..per il momento il più bello è stato il terzo libro.^^ Per i personaggi magici è vero, non ci sono, però ci sono molti personaggi magici o una specie...basta pensare ai figli Stark, in particolare Bran! ;) Bella recensione! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Io devo leggere il terzo volume a breve! non vedo l'ora!^^

      Elimina
  4. Ciao!!!
    Io ho visto la serie televisiva e in poco tempo è diventata una delle mie preferite, così ho deciso di iniziare a leggere i libri però mi sono fermata a metà del primo libro per diversi motivi (non perché non mi piacesse)... Mi sa proprio che al più presto lo ricomincio a leggere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Io invece sono ancora ferma con la serie tv mentre a breve leggerò il quarto librone...nn so perché ma i libri mi soddisfano pienamente e non sento il bisogno di vedere la serie tv (anche se lo farò)^^

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...